mare d’inverno, di Adele Libero

Mare d’inverno che schiaffeggi scogli,
ed i gabbiani che stan riposando,
rubando la salsedine ed i venti
che fino a riva ricchi stan soffiando.

I miei capelli s’alzano alla luce
dell’orizzonte rosso ch’è lontano,
le mani ho fredde e la bocca asciutta
mentre laggiù m’aspetta già qualcuno.

Nel fondo tuo marino si confonde
la roccia, il blu corallo e il pesciolino,
ma c’è un bagliore che sta roteando
e che dea primavera sta svegliando