“Quanno parlo cu te” da “‘o Canisto” di Eduardo De Filippo tradotta da Adele Libero

A parlà c’ ‘a luna e ‘o sole

songo buone tutte quante:

nnanz’ a luna tu te ncante

e te miette a ragiunà.

Spicialmente ‘a luna chiena

me risponne a tuono, sisco,

e me dice: “Te capisco,

saccio che he’ vuluto dì”.

Nnanze a te pure me ncanto,

Tu però, quanno me siente,

nun capisce ‘o resto ‘ e niente!

Ma sta luna, fusse tu?

 ………………………………………….

Quando parlo con te

 A parlar con luna e sole

sono buoni tutti quanti,

davanti a luna tu ti incanti

e ti metti a ragionar.

Specialmente quella piena,

mi risponde a tono e a fischio

e mi dice, ti capisco,

lo so quello che vuoi dir.

Davanti a te pure m’incanto,

tu però quando mi senti,

non capisci proprio niente!

Ma sta luna, fossi tu?

Annunci