Archivio tag: casa

I Figli da Il Profeta di Kahlil Gibran

[…] E una donna che aveva al petto un bambino disse: Parlaci dei Figli. I vostri figli non sono i vostri figli. Sono i figli e le figlie della brama che la Vita… Continua a leggere

Vota:

Cinquantaquattro cuori di Adele Libero

Che questa mia penna diventi un’arma, è  banale. Di fronte ad un evento importante, anzi fatale. Cinquantaquattro cuori, tutti a fondo, cinquantaquattro anime, fuori del mondo. Quando speranza si è rovesciata, quando la… Continua a leggere

Vota:

Filastrocca sul segno del CANCRO

Il segno dei GEMELLI ci ha lasciato e quello del CANCRO è arrivato! E’ uno dei tre segni d’ACQUA con PESCI e SCORPIONE e con i segni di TERRA ha una migliore relazione;… Continua a leggere

Vota:

“Sin” di Alessandro Vizzino, recensione di Daniela Domenici

  Un titolo brevissimo, una sola parola di tre lettere, per un libro di 648 pagine, una scelta quasi ossimorica, un contrasto tra l’estrema brevità di “Sin” la cui pronuncia inglese colpisce come… Continua a leggere

Vota:

“‘A mamma” di Raffaele Viviani tradotta in italiano da Adele Libero

in vista dello spettacolo del prossimo finesettimana su Viviani alla Pergola seconda “goccia” che Adele Libero ci regala per conoscere questo grande autore napoletano… ‘A mamma è n’ata cosa: ‘o cereviello, ll’ asse… Continua a leggere

Vota:

“Military parade” by Adele Libero

Sweet smile in the military parade, a flower to be picked, red, a smile to be kept, yet. What are doing there, those boys, Instead of being at home, with their toys? They’re… Continua a leggere

Vota:

“Help” di Adele Libero

Questa vita è in pezzi, in mille cocci. Il lavoro, spezzato, il capannone, crollato in mille pezzi. Ho sonno, in tenda in tanti, si dorme, si finge, almeno, si tenta, per quanto? La… Continua a leggere

Vota:

“Napoli occupata”, un’altra splendida dichiarazione d’amore di Adele Libero per la sua città

Stammatina ‘o mare è troppo azzurro, ‘nu colore violento ca’ t’abbaglia, rinto ‘o core te vene ‘nu sussurro, è l’ammore ca’ oggi t’arrepiglia. Rinto ‘o vico mo’ se stanno scetanno: nu gatto se… Continua a leggere

Vota:

“Donna e lavoro – Crisi n°3” di Adele Libero

Raccontami donna, di quando filavi e zitta subivi, le angherie maschili. Raccontami donna, di tempi migliori, col camice blu in fabbrica andavi, uno stipendio ricevevi scalando la vita. E poi finalmente, istruita e… Continua a leggere

Vota:

  • categorie – argomenti

  • articoli recenti

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sito e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

    Unisciti ad altri 1.311 follower

  • Follow daniela e dintorni on WordPress.com
  • flag counter

    Free counters!

  • le/i mie/i followers

  • classifica articoli