Fatma Aliye, prima donna su una banconota turca, da me tradotto e rielaborato

fatma aliye 

La banca centrale turca è stata criticata dai secolaristi per aver scelto una scrittrice ottomana “previously obscure”, poco nota, come prima donna per adornare le banconote nazionali.

I critici dicono che la scelta di Fatma Aliye, considerata la prima romanziera turca,

https://danielaedintorni.com/2015/03/16/fatma-aliye-topuz-la-prima-romanziera-turca-e-del-mondo-islamico-da-me-tradotto-e-rielaborato/

rappresenti un arrendersi alle forze conservatrici turche e un affronto alle altre che combatterono per i diritti delle donne.

Aliye che morì nel 1936 ed era la figlia di un anziano burocrate e storico ottomano è tra le varie figure storiche che appariranno sulle banconote da gennaio che sono state coniate per festeggiare l’inaugurazione di una nuova valuta per rimpiazzare la nuova lira turca.

La commissione della banca centrale nominata ad hoc è stata accusata di essersi piegata alla pressione del partito islamico AKP al governo nello scegliere Aliye e nel trascurare Edip Adivar, scrittrice e icona femminista che ha combattuto accanto ad Atatürk.

https://danielaedintorni.com/2011/08/15/la-figlia-di-istanbul-di-halide-edip-adivar/

Aliye, nata nel 1862, appariràsulla nuova banconota da 50 lire. Nonostante le usanze conservatrici della sua era sarà mostrata senza il velo islamico che è ora visto come un simbolo politico di divisione in Turchia.

http://www.theguardian.com/world/2008/oct/13/turkey-gender